L’Autorità portuale di Palermo ha sospeso nel porto di Termini Imerese i canoni suppletivi dovuti dalle imprese autorizzate a espletare le operazioni portuali per l’imbarco/sbarco su/da navi ro-ro di automezzi pesanti, auto commerciali e auto al seguito per tutto il 2015.

“Già nello scorso mese di gennaio – spiega il presidente dell’Autorità portuale di Palermo, Vincenzo Cannatella – avevamo ritenuto opportuno sospendere l’applicazione dei diritti fissi dovuti all’ente per i passeggeri in imbarco/sbarco su/da traghetti per l’intero anno 2015. Questa ulteriore azione promozionale ha l’esplicito intento di mantenere gli attuali traffici ro-ro nello scalo termitano e di attrarne di nuovi, venendo incontro agli operatori in questo lungo periodo di crisi. Riteniamo fondamentale spingere verso un rilancio del porto di Termini Imerese, dotandolo di opere infrastrutturali adeguate e lavorando sull’incremento dei traffici”.