Un cambio di strategia che parta da un pacchetto di misure da adottarsi in sede nazionale ma col sostegno del governo regionale. In questo modo il Partito democratico intende affrontare il processo di stabilizzazione dei circa 23 mila precari degli enti locali siciliani.

L’iter parte quindi da una risoluzione del Pd al Parlamento di Roma: un percorso “costituzionalmente orientato”, presentato oggi all’Ars dalla deputata nazionale Maria Iacono e dalle parlamentari regionali Antonella Milazzo e Mariella Maggio. L’obiettivo è colmare quel vuoto normativo che attualmente impedisce, di fatto, la stabilizzazione dei precari. Intanto il gruppo del Pd a Palazzo dei Normanni presenta una mozione in vista della risoluzione nazionale.

Lo scopo è quindi arrivare a un disegno di legge a Palazzo dei Normanni che consenta di risolvere la questione precari delle pubbliche amministrazione una volta e per tutte. Per evitare di turare la falla ogni anno con una proroga dei contratti.