“Con la finanziaria del 2013 abbiamo salvato gli ex Pip di Palermo che dovevano essere licenziati poiché era finita la copertura di
legge e la costituzione della “Social Trinacria” era totalmente illegale e illegittima”.

Il presidente della Regione torna ad intervenire nella polemica sui precari siciliani nel giorno in cui Confindustria Palermo attacca il parlamento siciliano che li difende e lo fa rivendicando la propria posizione politica: “In questi mesi abbiamo svolto un’attività di inserimento progressivo dei precari nel lavoro e contemporaneamente un lavoro di  moralizzazione, che ha escluso ricchi e persone coinvolte nella criminalità“.

“Abbiamo sostenuto i Pip bisognosi – conclude Crocetta – e che vogliono lavorare e lo continueremo a fare perché vogliamo aiutare i poveri, ma nessuno si illuda che interromperemo il percorso di moralizzazione e liberazione di tale bacino dalla mafia e dalle clientele”.

(Nella foto una manifestazione di ex pip)