Si è appena conclusa presso la sala Magna di Palazzo Steri a Palermo la presentazione del prestigioso volume “The Economics of Freedom”, pubblicazione in lingua inglese di Sebastiano Bavetta e Pietro Navarra.

Sono intervenuti all’incontro con i coautori del volume il magnifico rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla, l’a.d. “Brattle Group” Francesco Lo Passo, il pro-rettore dell’Università di Palermo Maurizio Carta e il professore di Economia politica Antonio Cognata, moderati dal direttore del mensile “Il Sud” Salvatore Carrubba.

“Abbiamo motivo di essere conservatori del nostro presente? La risposta è no, i cittadini non hanno ragione di ritenersi contenti”. L’introduzione al volume è stato così riassunto dal professor Bavetta, ordinario di Economia politica a Palermo e visiting professor all’Università di Pennsylvania.  “Il libro – spiega Bavetta – è uno sforzo intellettuale ottimista: è possibile ricostruire una società migliore puntando sulla libertà individuale intesa come autonomia”.

Partendo dallo stesso principio, il professor Navarra, esperto di Economia del settore pubblico all’Università di Messina, ha spiegato uno dei criteri ispiratori di “The Economist of Freedom”, ossia la facoltà, assente nel nostro Paese, di credere nelle proprie capacità per autodeterminarsi, la cultura del merito contrapposta al privilegio e alle “conoscenze”. “Solo partendo da questi presupposti – ha concluso Navarra – si potrà ridurre l’ingente spesa pubblica destinata allo stato sociale a cui è richiesto di redistribuire un reddito considerato distribuito ingiustamente”.

In occasione della presentazione del volume, edito dall’autorevole casa editrice Cambridge University Press, Sebastiano Bavetta e Antonio Cognata hanno presentato il nuovo Mont Pelegrin, blog liberale “nato all’ombra di Monte Pellegrino” che tratta di economia, politica e società a cura di Antonio Cognata e Sebastiano Bavetta.