Un’area di circa 10 mila metri quadrati di una vallata di Ragusa, attigua alla discarica di Cava dei Modicani, è stata sequestrata da polizia di Stato e guardia di finanza di Ragusa nell’ambito di un’indagine su un possibile sversamento di percolato.

Una persona è stata denunciata per disastro ambientale. Il Comune dovrà provvedere alla messa in sicurezza dell’area. Accertamenti sono in corso, con campionature e analisi del terreno per verificare eventuali danni alle falde acquifere.

Polizia e guardia di finanza di Ragusa hanno sequestrato anche una vasca di stoccaggio di percolato e reflui speciali all’interno della discarica della Cava dei Modicani. Gli investigatori hanno avviato le indagini dopo la segnalazione di alcuni cittadini, insospettiti dal cattivo odore che proveniva dall’area oggi sottoposta a sequestro su richiesta della Procura della Repubblica di Ragusa.

Personale specializzato dell’Arpa, assieme a polizia e guardia di finanza, ha effettuato prelievi di campioni del percolato e dei reflui sversati nei terreni sia per verificare il livello di contaminazione e di in filtrazione nelle falde acquifere, sia per identificare la composizione dei liquidi nocivi nel tentativo di risalire ai responsabili delle violazioni ambientali.