Medici siciliani e non a confronto a Palermo, Tre giorni intensi per affrontare i temid ella prevenzione, della cr4escita della salute e del ruolo importante dei medici non solo nelle fasi della cura.  Una tre gfiorni che ha visto una ‘alleanza’ fra l’ordine dei medici l’Associazione C.a.me.l.o.s.

Alla fine del primo di tre giorni organizzati proprio dall’Ordine dei Medici presso la storica casena di Villa Magnisi è possibile tirare già un primo bilancio che affidiamo a Pietro Genovese, dirigente amministrativo e Presidente dell’associazione,

Dott. Genovese Come è nata questa collaborazione di Camelos con l’Ordine dei Medici?

“Nel mese di maggio ho incontrato per ragioni legate alla mia attività professionale il dott. Requirez, già direttore sanitario per l’Azienda Villa Sofia Cervello ed oggi direttore del Servizio del DASOE di promozione della Salute con il quale ho avuto modo di confrontarmi sul Piano Regionale della Prevenzione 2014-2018 e su alcuni principi di fondo, ispirati dalla programmazione nazionale che mi sembravano degni di attenzione, soprattutto da un punto di vista socio-culturale: nel piano nazionale, la promozione della salute e della prevenzione era vista come un fattore di sviluppo di una società, chiamato a garantire equità e contrasto delle diseguaglianze di una popolazione al fine di consentire ai di conseguire il più elevato livello di salute raggiungibile per i cittadini. Tale tema risultò d’interesse anche per l’Ordine dei Medici che con la tenacia organizzativa del dott. Maurizio Ciofalo propose di organizzare un evento formativo rivolto ai propri iscritti e che oggi testimoniano, con la loro presenza e partecipazione, l’interesse di tutta la categoria su questo tema. Già all’inizio dei lavori preparatori compresi che i temi prevenzione e della salute andavano diffusi fra i cittadini e la sfida era soprattutto culturale e di comunicazione.

Quali spunti ha avuto questa prima giornata?

“E’ indubbiamente di per sé una notizia , in questi tempi di carenza programmatoria e di elevato turnover assessoriale che la Regione Siciliana, almeno sul tema della della Salute , abbia un suo piano strategico della prevenzione, oggi illustrato nelle sue linee più generali dal Dott. Salvo Requirez alla presenza del dott. Ignazio Tozzo , che ha anche apprezzato il taglio scientifico e divulgativo dato da Camelos. Il Direttore dell’ASP Fabrizio De Nicola e il dott. Giovanni Bavetta direttore sanitario di Villa Sofia Cervello hanno brevemente spiegato il contributo delle Aziende sanitarie e ospedaliere per la prevenzione primaria e secondaria”.

“Ma ciò che a parer mio appare centrale è che gli interventi di prevenzione e promozione e tutela della salute debbano essere basati sulle evidenze di efficacia “Evidence Based” e su dati scientifici conclamati ed in tal senso particolarmente efficaci sono stati gli interventi della prof.ssa Carla Cannizzaro sugli effetti neuorogici sui giovani del consumo di cannabis e cocaina e dell prof. Giovanni Frazzica sull’osservazione sociologica per la diffusione di messaggi preventivi realmente efficaci soprattutto in materia di incidenti stradali”.

“Se conosci gli effetti fisiologici del consumo dell’ alcol su te stesso – aggiunge – o di una canna sul tuo organismo potrai anche decidere cosa fare per il tuo benessere quando qualcuno ti potrà proporre di “provare lo sballo” e prevenire abitudini dannose principalmente per te oltre che ovviamente per la società. Ma tutti gli interventi dei relatori e dei dirigenti del DASOE hanno fatto emergere la necessità di affrontare la sfida sull’economicità, sull’ innovazione e sulla governance”.

Come proseguirà l’impegno di Camelos su questa tematica: pensate a dei progetti sul campo?

“Certamente, riteniamo che il nostro piccolo ma positivo contributo possa essere dato in materia di stewardship che indica come è noto la capacità di “di essere al servizio”, esercitando responsabilità e autorevolezza nelle attività che si fanno per il bene di tutti. Ciò è anche proprio dell’immagine a cui Camelos si è ispirata nelle nostre attività e che è rappresentata dall’immagine del cammello che viaggia in carovana portando con se bagagli , vettovaglie, e ovviamente l’uomo fra le asperità del deserto. Abbiamo creato un sito tematico , www.prevenzionesicilia.it , che si occuperà nel prossimo anno, di comunicazione e diffusione della prevenzione e nel quale inizieremo a pubblicare i documenti dei docenti della giornata di oggi e da cui ci aspettiamo contributi da parte di associazioni o cittadini interessati. Un piccolo contributo alla conoscenza da cui speriamo possano scaturire nuove tappe del nostro viaggio associazionistico”.