Zaro fiuta la droga e dopo, come premio, gioca col ‘manicotto’. C’è voluto il naso del pastore tedesco in servizio presso la Fiamme Gialle catanesi per scovare quattro chilogrammi di cocaina purissima nascosti in una Fiat Panda fermata al casello di San Gregorio. Il conducente del mezzo, D.F., 60 anni, è stato arrestato e condotto presso la casa circondariale di Piazza Lanza.

Il posto di blocco è stato organizzato, con l’impiego delle unità cinofile, nei pressi della barriera autostradale di Catania–San Gregorio, nell’ambito delle attività volte a reprimere il traffico di sostanze stupefacenti disposte dal Comando provinciale della Guardia di Finanza di Catania.

Durante le operazioni di controllo di una Fiat Panda, risultata poi presa a noleggio, Zaro, il pastore tedesco delle Fiamme gialle catanesi, ha iniziato a manifestare al finanziere-conduttore il suo interesse per l’utilitaria. Il nervosismo subito dimostrato dal conducente alla vista del cane antidroga, ha convinto i militari a svolgere un’ispezione più approfondita dell’autovettura.

Dopo un’accurata ricerca, seguendo sempre le indicazioni fornite da Zago, è stato individuato un nascondiglio ricavato all’interno del pannello dello sportello anteriore, lato passeggero, nel quale sono stati trovati quattro panetti avvolti nel nastro adesivo.

Le analisi speditive hanno permesso di accertare che si trattava di cocaina purissima per un peso complessivo di oltre 4 chilogrammi. Un quantitativo che, collocato sul mercato dopo le operazioni di taglio, avrebbe fruttato circa un milione di euro.

Al cane campione di fiuto antidroga, come premio per la brillante operazione, è stato dato il ‘manicotto’, un pezzo di stoffa arrotolato con cui giocare.

rn