Si tratta della seconda rapina in neanche venti giorni per la Banca Carige, sita nella centralissima via Nino Bixio e vicina a una stazione dei Carabinieri. Medesima procedura: arma occultata, forse assente, ma sufficiente per convincere i cassieri a consegnare circa diecimila euro; la prima volta si erano limitati a cinquemila.

Secondo le testimonianze, i due malviventi si sarebbero introdotti nell’istituto di credito intorno alle undici del mattino, dopo aver minacciato i dipendenti con l’arma fantasma, si sarebbero fatti consegnare quasi diecimila euro; per poi dileguarsi su uno scooter di colore scuro.

Al vaglio degli inquirenti i filmati di videosorveglianza, nel tentativo di ricostruire la dinamica degli eventi e identificare i malfattori. Al momento sappiamo solo che erano in due: uno di corporatura robusta e l’altro magro. Unica certezza: se non saranno identificati nel breve termine, trascorreranno un Natale senza problemi di carattere economico.