La Polizia di Stato di Palermo ha arrestato un ladro di nome Santo Violante responsabile di rapine ad alcune farmacie della città.
A lui, pregiudicato, palermitano, 40enne di Baglio Aquino, la Polizia è giunta a seguito di una incessante indagine, condotta da personale della Squadra Mobile di Palermo, diretta dal Dott. Rodolfo Ruperti che ha proceduto al suo fermo di indiziato del delitto di rapina aggravata, poiché ritenuto, allo stato, autore di 5 rapine commesse negli scorsi mesi di settembre, ottobre e novembre, ai danni di 4 farmacie del centro cittadino.

Ecco quanto ricostruito dalle forze dell’ordine. Lo scorso 12 settembre nella farmacia “SALUS”, in piazza porta Montalto, Violante, sotto la minaccia di un coltello, si è impossessato della somma di 160 euro, custodita all’interno della cassa, per poi darsi alla fuga nelle vie adiacenti.

Stesso copione ripetuto il 16 settembre 2015 nella farmacia “QUATTROCCHI“, di piazza Bologni, dove Violante si è impossessato della somma di 550 euro. Il 17 ottobre 2015 ennesimo colpo nell’Antica Farmacia Cavour di via Cavour; Violante, sempre armato di coltello, ha portato via 450 euro.

Gli altri due colpi si sono verificati il 22 ottobre 2015 nella farmacia “CALI’ Maria Gabriella”, di via Maqueda, bottino pari a 300 euro e il 3 novembre 2015 ancora nella già derubata farmacia “Quattrocchi” di piazza Bologni, bottino pari a 300 euro.

Violante, destinatario del provvedimento restrittivo può essere, credibilmente, definito un “seriale rapinatore” delle farmacie del centro cittadino.

Il modus operandi assolutamente conforme e costante, la concentrazione nel tempo degli episodi criminosi, la spregiudicatezza nello scegliere, per ben due volte ed a distanza di poco tempo, lo stesso obiettivo da colpire (La Farmacia QUATTROCCHI di piazza Bologni), con la determinazione propria di chi è avvezzo alla commissione di tali reati lo rendono, senza ombra di dubbio, un “professionista” dedito, abitualmente, a reati di grave allarme sociale quali le rapine effettuate con l’uso delle armi ad esercizi commerciali, ed in particolare alle farmacie, definite spesso “bancomat” di liquidità per criminali.

L’attività investigativa effettuata dagli agenti della Squadra Mobile – Sezione Contrasto al Crimine Diffuso, protrattasi nei giorni, ha permesso di identificare compiutamente l’autore dei singoli episodi, già collegati e riferibili ad un’unica fisionomia.
Nei pressi dell’abitazione di Violante e nelle sue immediate pertinenze è stato, pertanto, effettuato un servizio di appostamento.

L’attività di polizia, iniziata alle prime ore della mattinata, ha permesso di individuare il malvivente in Piazza Aquino, mentre camminava.

Violante, accortosi della presenza degli Agenti della Squadra Mobile, ha accennato un tentativo di fuga, abbandonando una busta contenente dei vestiti di cambio, recuperata successivamente; la circostanza può far ipotizzare la volontà del malvivente di rendersi irreperibile.

L’uomo, quale estremo tentativo di rendersi irriconoscibile, è risultato privo di barba, segno particolare, invece, presente in tutti gli episodi di reato fin’ora attribuitigli.
Il rapinatore è stato condotto presso la sua residenza, ove è stata effettuata una perquisizione locale, a seguito della quale sono stati rivenuti e posti sotto sequestro tutti gli indumenti indossati nei singoli episodi di rapina.

Violante si trova attualmente recluso presso la casa circondariale “Pagliarelli”.

“Vogliamo esprimere il nostro plauso e la nostra gratitudine nei confronti delle forze dell’ordine che hanno assicurato alla giustizia il responsabile di cinque rapine ai danni di farmacie del centro città. La sicurezza, come dimostra anche quanto accaduto a ‘Don Gelato’ in via Maqueda, deve rappresentare una priorità per tutte le istituzioni. Per questo lunedì incontreremo il Questore, al quale presenteremo le nostre proposte in tal senso”. Lo dichiara il presidente di Confesercenti Palermo Mario Attinasi.