Ha solo 15 anni ma  già l’atteggiamento di uno sfrontato ed esperto rapinatore. E’ il giovane che è stato arrestato dalla polizia di Palermo per il colpo alla farmacia di Corso Calatafimi da 1500 euro messo a segno lo scorso 10 giugno. I ‘falchi’ lo sospettano di essere anche l’autore di un recedente colpo del 29 maggio ala medesima farmacia mentre cercano di identificare il suo complice.

La rapina avvenne in pieno giorno mentre la farmacia era piena di clienti. Il ragazzo, col volto coperto da un passamontagna, entrò velocemente, scavalcò la fila e saltò al di là del bancone minacciando il farmacista e prendendo l’intero incasso, poi scappo spingendo via i clienti che trovava lungo la sua strada.

Singolare risultò l’abbigliamento del giovane rapinatore. Indossava, infatti, stravaganti pantaloni con le stampe di grandi orologi. E proprio seguendo nei filmati delle telecamere esterne degli esercizi commerciali vicini i falchi riuscivano a trovarlo dopo che, durante la fuga, si era tolto il passamontagna. Essendo incensurato, però, ilvolto non era sufficiente a rintracciarlo.

I poliziotti iniziavano a ‘battere‘ le zone a frequentazione criminale fino a quando lo individuavano nel quartiere Zisa dove è residente. Scattata la perquisizione domiciliare in casa venivano trovati anche gli strani pantaloni indossati durante la rapina.

Le indagini proseguono, oltre che per identificare il complice, per comprendere se il ragazzo faccia parte di una sorta di baby gang composya quasi interamente di minorenni che compiono rapine nella zona