La Polizia di Stato, ha arrestato Domenico Virga, 52enne palermitano, dando seguito ad un Ordine di Esecuzione per la Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo.
Poliziotti appartenenti ai Commissariati di P.S. “Oreto-Stazione” e “Cefalù” hanno raggiunto presso il proprio domicilio Domenico Virga, che deve scontare una pena di 1 anno e 6 mesi di reclusione per i reati di rapina aggravata, estorsione e concorso esterno in associazione mafiosa.

Virga, scarcerato nel 2012, dopo avere scontato la pena di 12 anni e 6 mesi di reclusione, relativa al computo di pene di condanna scaturite dalla realizzazione di reati sopra citati, è definito dalle forze dell’ordine “un criminale di lunga data con un ‘curriculum’ di tutto rispetto”.

Ritenuto, ai tempi degli arresti, il reggente del mandamento mafioso di San Mauro Castelverde – Ganci, poiché succeduto in tale responsabilità a Giuseppe Farinella, suo stretto parente, Virga è menzionato da un noto collaboratore di giustizia, che fornisce un dettagliato profilo criminale e lo ritiene ‘uomo d’onore’, di estrema importanza, non solo per la direzione delle plurime attività illegali, specie del tipo estorsivo, ma soprattutto perché ricopre un ruolo di collegamento (ai fini di coordinamento e di diramazione delle superiori direttive provenienti dai vertici del sodalizio mafioso), con i capi degli altri mandamenti.

Giova precisare, in tal senso, che Virga è sposato con la figlia di un uomo d’onore della famiglia di Villagrazia di Palermo.
Domenico Virga, per scontare la sua condanna, è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Palermo “Pagliarelli”.