Si muovono i primi dubbi intorno al disegno di legge, di cui è primo firmatario il deputato de Il Megafono Nino Oddo e sostenuto dal presidente Crocetta in qualità di deputato regionale, che lancia l’istituzione del reddito minimo garantito esteso a coppie di fatto e omosessuali. Il ddl è stato definito dai suoi presentatori a Palazzo dei Normanni come “un’innovazione legislativa che non ha pari nel resto d’Italia”.

“Non vorremmo che la proposta di legge presentata oggi in favore di un sussidio per le coppie di fatto crei una riserva indiana che rischia di escludere la famiglia tradizionale”, commenta Vincenzo Figuccia, deputato del Partito dei Siciliani-Mpa.

“Ogni giorno – prosegue Figuccia – migliaia di famiglie tradizionali stentano a far quadrare i conti. L’assegnazione di interventi economici, seppur legittimi, alle coppie di fatto non dovrebbe in alcun modo scavalcare il diritto al pari trattamento avanzato dalle famiglie ordinarie. Invito i colleghi ad una riflessione, al di là di ogni ideologia, per un percorso comune”.

Gi.Co.