Potrebbe essere sottoscritto in tempi brevi l’Accordo di programma tra i ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell’Economia, delle Finanze e la Regione siciliana per l’attuazione e il trasferimento delle funzioni e dei compiti di programmazione e gestione dei servizi ferroviari di interesse regionale e locale.

Sino ad ora infatti, tutte le decisioni sono state sempre prese a Roma.
Su invito dell’assessore regionale alla mobilità Nino Bartolotta, sono stati sentiti i rappresentanti di Filt Cgil, Fit Cisl, Orsa, Fast Ferrovie, Uilt Ferrovie e per la prima volta, i vari comitati pendolari della Sicilia che hanno espresso in maniera unanime, parere favorevole alla proposta di Bartolotta.

L’importo che verrebbe erogato alla Regione Sicilia e per il quale ci sarebbe già il via libera del ministero dell’Economia e delle Finanze e del ministero delle Infrastrutture è pari a 111.535.920,00.

“L’incontro è stato voluto – ha spiegato l’assessore Bartolotta – per pianificare e condividere insieme un percorso che, dopo anni di immobilismo, ci auguriamo porti al più presto la Regione Sicilia alla sottoscrizione di un contratto di servizio che permetta di razionalizzare e rendere efficienti i servizi ferroviari, anche in considerazione della ormai imprescindibile esigenza di integrazione tra vettori (ferroviario e gommato) che svolgono servizio di trasporto pubblico nell’isola”.