Ricercato perché destinatario di un ordine di carcerazione per droga e furto, un giovane cittadino rumeno, 25 anni, Costel Daniel Dascalul se la spassava sulle piste da sci dell’Etna.

A dare l’allarme alle forze dell’ordine che operano nella stazione sciistica di Piano Provenzana, sul versante settentrionale del Vulcano, infastiditi dall’atteggiamento pericoloso e decisamente inconsueto del giovane che adoperava lo snowboard come uno slittino.

I carabinieri e poliziotti sciatori hanno tenuto sotto controllo il romeno e lo hanno bloccato per identificarlo mentre si trovava vicino alla biglietteria degli impianti di risalita. Il giovane avrebbe risposto alle forze dell’ordine di  non avere con sé i documenti, così i carabinieri hanno avviato i controlli incrociati scoprendo che si trattava di un cittadino romeno ricercato perché deve scontare sei anni di carcere per droga, furto ed evasione.

Il giovane è stato arrestato dai carabinieri sciatori della Stazione di Linguaglossa: si tratta di uno dei primi fermi compiuti dalle forze dell’ordine che operano sulle piste da sci dell’Etna. L’uomo, che deve scontare sei anni di reclusione, è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

Sul vulcano la collaborazione fra polizia, carabinieri e guardia di Finanza è particolarmente proficuo in tema di sicurezza e soccorso agli sciatori, snowbordisti ed escursionisti in difficoltà.