Chiedo all’assessore regionale all’Energia e ai Servizi di pubblica utilità, Nicolò Marino, di commissariare immediatamente il Consorzio per i rifiuti Coinres per evitare che insorgano gravi problemi igienico-sanitari dovuti al licenziamento illegittimo di 190 lavoratori a tempo determinato che svolgevano il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani nell’Ato Pa4″. Queste le parole di Giovanni Di Giacinto, capogruppo del Megafono all’Assemblea regionale siciliana, primo firmatario di un’apposita interrogazione parlamentare al governo.

“L’incremento dei flussi turistici, nell’area dell’Ato Pa4, – aggiunge Di Giacinto – insistente nella fascia costiera tra Villabate e Altavilla, rischia per l’aumento della produzione di rifiuti di creare nocumento alla salute pubblica. Invito, inoltre l’assessore Marino, a trovare un’immediata soluzione per il mantenimento in servizio dei 190 lavoratori “ex temporary” evitando un’ennesima macelleria sociale”.

La situazione per i 190 operai coinvolti è ancora in stallo. Gli operatori addetti alla raccolta dei rifiuti, tutti assunti con contratto a tempo determinato, chiedono alla Regione garanzie per il loro futuro lavorativo.

clap