L’obiettivo è rifiuti zero, dobbiamo cominciare a fare la differenziata che ha percentuali troppo basse. E dobbiamo eliminare le infiltrazioni mafiose dove ci sono”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Energia, Salvatore Calleri, parlando dei provvedimenti adottati dalla Regione per le discariche private.

“Per quanto riguarda la discariche il mio assessorato – ha aggiunto – ho disposto la chiusura della Oikos Spa di Motta
Sant’Anastasia. Entro pochi mesi abbiamo le gare d’appalto in per le discariche pubbliche. Abbiamo, inoltre, revocato l’autorizzazione alla ditta So Ambiente srl di Agrigento, dove avevamo avuto un’informazione prefettizia negativa. Per quanto riguarda Tirreno Ambiente, che si trova vicino Barcellona, siamo intervenuti”.

“Sulla discarica di Sant’Agata di Militello, per situazioni di cui sono venuto a conoscenza che potrebbero avere rilievi penali, ho mandato una nota al procuratore Leonardo Agueci – ha continuato – Stiamo verificando”.

Poi parlando dell’inchiesta sul fotovoltaico a Monreale dove è coinvolta una riguarda la funzionaria dell’assessorato all’Energia Francesca Marcenò, accusata di abuso d’ufficio, l’assessore ha detto: “Applicheremo i provvedimenti del caso”.