Ci auguriamo che il governo siciliano scelga l’unica strada possibile, rompendo con la triste tradizione delle dichiarazioni d’emergenza che ha caratterizzato i governi Cuffaro, Lombardo, nonché l’attività dell’ex assessore Marino: avviare una seria politica di gestione che superi il monopolio della discarica e che punti a recuperare tutta la materia possibile”.

Lo dichiarano il presidente di Legambiente Sicilia, Mimmo Fontana, e il vice presidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani che spiegano: “Per potere cambiare davvero le cose, il presidente Crocetta dovrà arrendersi all’idea che non potrà inventarsi nulla di rivoluzionario, ci vuole la reale volontà politica di gestire i rifiuti in modo efficiente, salvaguardando l’ambiente e l’economia delle famiglie siciliane. Nulla di più”.