Nell’ambito dei controlli del territorio per la prevenzione e repressione di reati ambientali, la Polizia Municipale di Palermo in due distinti interventi, in via La Loggia ed in viale Regione Siciliana, ha denunciato un operaio per trasporto e conferimento illecito di rifiuti e sequestrato un’area di circa 5.500 metri quadrati.

In via La Loggia all’angolo con via Sunseri, gli agenti di una pattuglia del nucleo di polizia ambientale hanno fermato un operaio, che si accingeva a scaricare in un cassonetto il contenuto di un cassone, con materiali di risulta di lavorazioni edili ed avvolgibili dismesse, per circa un metro cubo.

Accertato il mancato possesso delle autorizzazioni al trasporto e al conferimento, nonché l’evidente tentativo di smaltimento illecito, l’operaio, L.A. di 62 anni è stato denunciato all’Autorità giudiziaria.

In viale Regione Siciliana, un’area di circa 5.500 metri quadrati è stata sequestrata perché al suo interno sono stati rinvenuti sfabbricidi al posto del cosiddetto “misto stabilizzato”, utilizzato in edilizia per costruire pavimentazioni e strutture di fondazione ad elevata capacità portante.

L’area, secondo i primi accertamenti, era destinata alla realizzazione di un un parco giochi con giostre ed intrattenimenti.

Gli agenti durante l’intervento, hanno riscontrato una massa di rifiuti provenienti dagli scarti di lavorazioni edili, invece del misto stabilizzato, composto da inerti la cui grandezza è stabilita dalla normativa vigente e serve per consolidare il terreno.

Sono in corso gli accertamenti per verificare ulteriori responsabilità.