Ancora un nulla di fatto all’Ars alla ripresa dei lavori. E’ stata rinviata a domani pomeriggio alle 16 la seduta d’Aula dell’Ars. All’ordine del giorno il seguito della discussione della legge sugli appalti e sul recupero dei centri storici sulle quali è stata oggi chiusa la discussione generale e fissata a domani alle 13 la scadenza della presentazione degli emendamenti.

L’Ars ha, invece, avviato la trattazione del ddl sulle biobanche in Sicilia. Scadrà giovedi’ alle 13 il termine per gli emendamenti. Il presidente
Giovanni Ardizzone ha letto in Aula il calendario dei lavori approvato dalla conferenza dei capigruppo: fino a giovedì 2 luglio l’Ars si riunisce sulla riforma delle province e per concludere la trattazione dei tre ddl, appalti, biobanche e norme in favore del recupero del patrimonio edilizio.

Dunque una maratona per tentare di portare in porto almeno una delle tante riforme che si sarebbero dovute fare in questa legislatura. Da
martedì 7 luglio a giovedì 9 luglio si aprirà una finestra legislativa per la manovra correttiva che va a correggere gli articoli 51 e 52 della finanziaria regionale. Il ddl deve ancora essere esitato dalla prima commissione.

Si tratta di una finestra obbligata visto che proprio oggi da Roma è arrivato il documento ufficiale con il quale la ragioneria generale prepara l’impugnativa per la finanziaria regionale rimettendo all’esecutivo Renzi la scelta se attendere che la Sicilia mantenga la promessa di modificarla o se intenda procedere ugualmente con il ricorso innanzi la Corte Costituzionale.

I lavori parlamentari e della commissione riprenderanno a decorrere dal 16 luglio per proseguire l’esame del ddl sui liberi consorzi che dovrà essere approvato entro il 31 luglio. Nella seduta di domani l’assessore Giovanni Pizzo riferirà circa i rapporti con Trenitalia e chiarirà circa la legittimità della norma da lui riscritta della legge sugli appalti.

La prossima settimana, invece, si aprirà un’altra finestra per l’intervento del presidente della Regione, Rosario Crocetta, che riferirà sulla situazione politica determinatasi in questi giorni ed in queste ore. il suo intervento era previsto per oggi pomeriggio ma il governatore lo ha spostato con una telefonata come si fa con un appuntamento dal dentista. Non era pronto per riferire su eventi ancora in corso