Il governo nazionale con il Pon Metro, approvato in sede di Unione europea, ha attribuito al piano di Palermo risorse per 90 milioni di euro.

Lo rende noto Adele Cinà, responsabile Cgil Brancaccio: “Territori come Bandita, Brancaccio e Romagnolo sono periferie in cerca di un riscatto sociale ed economico che oggi si esprime attraverso una crescita di consapevolezza e di voglia di partecipazione della comunità. Auspichiamo che i progetti vedano il coinvolgimento delle associazioni, dei comitati civici e del sindacato, che fattivamente chiedono di dare il loro contributo. I processi di riqualificazione e di contrasto all’esclusione sociale sono fondamentali affinché queste aree possano diventare volano economico grazie alla valorizzazione delle tante risorse di interesse culturale e turistico diffuse nel territorio”.