Il Governo nazionale, nell’ambito delle risorse destinate alla riduzione del rischio idrogeologico ha destinato un finanziamento di circa 58 milioni di euro per il completamento del Canale di Gronda ovest.

Si tratta del collettore B necessario a captare le notevoli portate pluviali della fascia pedemontana occidentale che insiste sulla città. Un intervento che eviterà pericolosi allagamenti nella zona ovest di Catania fino a Misterbianco e Motta Sant’Anastasia.

Il finanziamento prevede 48 milioni per il solo capoluogo. Lo scorso 31 durante  un incontro sulla pianificazione sulla difesa idrogeologica della zona, i sindaci e i rappresentanti dei Comuni, in un’ottica già metropolitana, illustrarono le problematiche del proprio territorio e, mettendo insieme le varie esperienze, si giunse ad una visione complessiva del problema.

La questione della messa in sicurezza delle città metropolitane è prevista nello Sblocca Italia e nel nuovo Piano nazionale 2014-2020 contro il dissesto idrogeologico.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Catania, Enzo Bianco che parla di “grande risultato lavorando tutti insieme. È questa la città metropolitana che vogliamo, una governance agile e fattiva che dia risposte concrete e veloci ai cittadini. La risposta che attendevamo è giunta”.