La riunione del Consiglio d’amministrazione viaggia sul web: è questa la scelta all’insegna della trasparenza voluta da Riscossione Sicilia, la società che riscuote i tributi nell’Isola, che annuncia la trasmissione in streaming anche delle sedute delle gare d’appalto e delle aste dei beni pignorati.

“Visto l’interesse dei cittadini per l’attività di riscossione dei tributi – afferma il presidente Antonio Fiumefreddo –  le sedute del Consiglio d’Amministrazione di Riscossione Sicilia saranno videoregistrate per essere trasmesse in streaming sul sito aziendale con possibilità di accesso a tutti i cittadini. Renderemo pubbliche anche le aste  dei beni sottoposti a pignoramento e delle sedute per l’affidamento degli appalti a società esterne per  dare conto ai cittadini di come vengano spesi i soldi da parte di amministratori pagati con denaro pubblico. Si tratta di un servizio reso ai cittadini e di un impegno di coerenza anche verso i dipendenti e le organizzazioni sindacali: ciascuno di noi,  nel rispetto del proprio ruolo, deve operare come se fosse in una pubblica piazza”.

Nella disposizione di servizio a firma del presidente è scritto: “Da questo momento tutte le procedure di evidenza pubblica, per l’acquisizione di beni e servizi, dovranno celebrarsi con l’ausilio della videoripresa per essere trasmesse in streaming sul sito aziendale.  La stessa disposizione varrà per le aste relative alla vendita dei beni  mobili (autovetture e navigli) sottoposti a sequestro in esito alle procedure esecutive”.