I Carabinieri di Monreale hanno arrestato Francesco Corvaia di 44 anni e il figlio Angelo di 25 anni. I militari si erano recati presso la loro abitazione alla ricerca di sostanze stupefacenti, ed infatti, hanno proceduto all’arresto del figlio, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio, in quanto in suo possesso sono state rinvenute un totale di 9 dosi di hashish, per complessivi 14,5 grammi.

Successivamente, i militari, insospettiti da un cavo di rame, sono riusciti, grazie all’ausilio dei tecnici Enel, a scoprire la realizzazione di un allaccio diretto alla rete elettrica pubblica. Per questo reato, oltre al figlio, è stato arrestato anche il padre.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, i due hanno atteso in regime di arresti domiciliari il rito direttissimo. Il giudice ha condannato il padre. a 5 mesi e 10 giorni di reclusione e a 200 euro di ammenda, mentre il figlio all’obbligo di dimora nel comune di Monreale.