Il Giudice del lavoro Dott.ssa Cinzia Soffientini, con ordinanza del 25 novembre 2015 notificata oggi, ha rigettato il ricorso proposto dall’ex dipendente RAP G.D.G. contro il provvedimento di licenziamento che l’azienda aveva adottato a seguito del coinvolgimento dello stesso in una indagine per furti di materiale.

L’indagine, condotta dalla Polizia di Stato, aveva accertato che un gruppo di cinque dipendenti aveva nel tempo rubato carburante e diverse piccole attrezzature poi rivenduti a terzi.

Il Giudice ha condannato D.G. al rimborso delle spese di lite per complessivi 3mila euro – oltre IVA e CPA come per legge.

“Ancora una volta – ha commentato il Sindaco Leoluca Orlando – si conferma che la correttezza non solo dei provvedimenti di licenziamento ma anche delle procedure seguite per giungervi da parte dell’azienda e del suo CdA, che dimostra così l’attenzione posta a tutelare e valorizzare i tanti dipendenti che con professionalità e dedizione svolgono il proprio lavoro, difendendoli da qualche criminale che si crede più furbo degli altri.”