Si svolgeranno sabato 17 maggio, tra Catania e Siracusa, le iniziative per la Giornata Mondiale contro l’Omofobia e la Transfobia, organizzate dalle associazioni per i diritti delle persone GLBT Stonewall e Queer as Unict e la sezione catanese del SISM (Segretariato Italiano Studenti Medicina).

L’articolato programma di interventi vedrà i volontari, nella mattinata, continuare la raccolta di fotografie per la campagna #stopomofobia – Scatta l’uguaglianza, la tua faccia contro il pregiudizio per le strade delle due città.

A Siracusa, i ragazzi di Stonewall saranno dalle 9.30 al Tempio d’Apollo, a Ortigia, in corso Gelone e in piazza Adda.

A Catania, i ragazzi di Queer as Unict e del SISM saranno presenti a Catania in via Etnea, in piazza Stesicoro e in piazza Università.

La campagna #stopomofobia, lanciata ad aprile, ha l’intento, grazie a un coinvolgimento a catena e in maniera semplice e immediata, di raccogliere scatti fotografici contro l’omofobia e ha già visto l’adesione di centinaia di persone. Partecipare è semplicissimo: basta avere uno smartphone, ritrarsi in un autoscatto e postarlo su Instagram e sugli altri social network utilizzando l’hashtag #stopomofobia.

Il secondo appuntamento della giornata invece vedrà riunite le tre associazioni che si incontreranno in piazza Stesicoro a Catania alle 16, dove disporranno i loro materiali informativi e attueranno altri interventi di sensibilizzazione rivolti ai passanti.

L’obiettivo dell’evento è di ribaltare il pregiudizio e far comprendere quanto difficoltoso e deleterio sia vivere subendo continui atti di violenza emotiva e fisica dettati dall’omofobia.

L’omofobia e la transfobia sono sentimenti di avversione e paura, instillati dall’ignoranza, provati nei confronti di persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. Quest’impulso causa, in chi lo prova, aggressività e induce il soggetto a commettere atti di violenza, psicologica e fisica (talvolta sfocianti in omicidi e suicidi), ai danni delle persone GLBT.

Nel 2007, l’Unione Europea ha sancito che ogni 17 maggio fosse dedicato al contrasto di queste fobie istituendo così l’IDAHOT, ovvero l’International Day Against Homophobia and Transphobia, invitando i vari Paesi ad attuare strategie e iniziative per combattere pregiudizi e discriminazioni.

rn-com