Parte domani, 20 luglio, e durerà fino a domenica 25 luglio, la seconda edizione del SiciliAmbiente filmfestival.

L’evento, ormai appuntamento fisso dell’estate di San Vito Lo Capo, si propone di essere un momento concreto di sensibilizzazione e di attività ambientali attraverso alcune iniziative che mirano allo sviluppo sostenibile e che passano attraverso la comunicazione fotografica e cinematografica, in collaborazione con associazioni e esperti del settore.

Durante il festival sarà allestita una mostra-mercato utilizzando materiali riciclati. Artisti, artigiani, commercianti e agricoltori che operano nel rispetto dell’ambiente e secondo i principi di rispetto del Pianeta saranno i protagonisti dell’evento e animeranno con i loro stand i momenti di stacco tra le proiezioni dei filmati che partecipano al Concorso internazionale di documentari a contenuto ambientale.

La manifestazione sarà inoltre animata dal laboratorio di buone pratiche per la sostenibilità e dalla mostra mercato. Il festival è promosso dal Comune di San Vito Lo Capo con il patrocinato dall’Onu, della Commissione Nazionale Unesco attraverso il Dess (decennale educazione sviluppo sostenibile), ed è gemellato col Festival Cinemambiente di Torino e col Festival dei diritti umani di Buenos Aires. Tra i partner anche Wwf, Arci, Legambiente, Fiab, Lav, Emergency, Greenpeace, Amnesty International.

Il SiciliAmbiente Documentary Film Festival è rivolto a documentaristi e cineasti di tutto il mondo ed è diviso in due sezioni: la prima competitiva con 3 premi offerti da Ato1 Terra dei fenici, assegnati da una giuria internazionale e un premio del pubblico. La seconda, “Cartoni animati ambientali”, è una selezione dedicata ai migliori cortometraggi di animazione degli ultimi anni, curata dallo staff del Festival Cinemambiente di Torino.

In giuria tre nomi illustri in ambito della cinematografia: Gaetano Capizzi (direttore del Cinemambiente di Torino), Julio Santhucio (direttore del festival sui diritti umani di Bones Aires) e Alessandro Raisi (critico cinematografico e ex Responsabile della film Commission siciliana).

Martedì 20 Luglio il festival aprirà con la Proiezione del Film premio Oscar come miglior documentario: The Cove, di Louie Psihoyos.

The cove” è il nome con cui è stata ribattezzata una laguna sulle coste di Taiji – un parco nazionale in Giappone – luogo paradisiaco, dove però accade qualcosa di agghiacciante. Qui, per sei mesi all’anno, da aprile a settembre, si danno appuntamento i cacciatori di cetacei riuscendo ad accaparrarsi ben 23 mila delfini, che vengono uccisi in modo spietato.

Nella serata inagurale sarà proiettato anche il film di animazione, vincitore a Taormina “Lorenzo Vacirca” di Nico Bonomolo. Seguirà il primo dei 14 documentari in concorso: “VivAmazonia. Tre i documentari siciliani: “Il mare di Joe” di Enzo Incontro, “Cargo” di Vincenzo Mineo e “Il Mugnaio” di Francesco Blandi.

Fonte Comunicato Stampa