Il Palermo non va oltre lo 0-0 allo stadio di Reggio Emilia contro il Sassuolo di Di Francesco. Partita scialba e poco emozionante rispetto alla scorsa sfida contro il Torino. I tenori rosanero Vazquez e Dybala steccano e le azioni da gol latitano. Anche l’ingresso di Belotti, nella ripresa, non ravviva l’attacco che si accende solo nei minuti finali quando Iachini decide di lanciare nella mischia Quaison sulla fascia destra. Lo svedese in pochi minuti sforna numerosi cross che però non vengono sfruttati a dovere dai rosanero.

Iachini si affida al classico 3-5-2 e si affida a Ujkani tra i pali, mentre lancia Terzi dal primo minuto nel terzetto difensivo al posto di Andelkovic.

Dopo un primo tempo di noia e lotta in mezzo al campo, solo nella ripresa si registra qualche azione degna di nota. I padroni di casa vanno vicini alla rete con Zaza che a tu per tu con Ujkani angola troppo la sfera, che termina fuori. Per gli ospiti è clamorosa la palla gol capitata a Dybala, oggi capitano, ma l’argentino a due metri dalla linea di porta di testa non sfrutta a dovere un cross di Rispoli e indirizza fuori.

Un po’ in ombra Vazquez e Belotti, quest’ultimo entrato nella ripresa, bene invece gli esterni, con Lazaar e Rispoli che si sono proposti bene in fase offensiva. Regge la difesa, che non subisce gol, e non concede spazi agli attaccanti, con una ottima prova di Gonzalez e Vitiello, quest’ultimo pericoloso anche in area di rigore emiliana, sugli sviluppi di alcuni corner.

Nel finale di gara l’ultima azione è di marca rosanero, ma non è serata per gli attaccanti rosa e Belotti, pressato da Natali, non riesce a indirizzare in rete un bel passaggio di Quaison.

Finisce a reti bianche con un pari che accontenta entrambe le squadre ormai salve e senza più obiettivi stagionali. In virtù del pari, Dybala e compagni salgono a quota 43 punti, agganciando momentaneamente il Milan, domani sera impegnato a Napoli.