Un ragazzo somalo di 14 anni è morto dopo essere stato soccorso dalla nave Dignity di Medici senza Frontiere, impegnata in operazioni di salvataggio dei migranti che attraversano il Canale di Sicilia.

Il decesso sarebbe avvenuto ieri, in seguito a un arresto cardiocircolatorio. La nave di Msf, che ha tratto in salvo circa 300 profughi, tra cui donne e bambini, è appena attraccata nel porto di Augusta.