“Riteniamo pretestuoso l’annunciato sciopero, oltreché un atto irresponsabile nei confronti della città, degli spettatori del teatro e dell’interesse stesso dei lavoratori”. Così l’assessore alla Cultura del Comune di Palermo, Andrea Cusumano, e il sindaco, Leoluca Orlando, commentano la sospensione degli spettacoli del teatro Biondo.

“Come già comunicato appena due giorni fa, – dicono Orlando e Cusmano – ribadiamo l’impegno dell’Amministrazione Comunale nei confronti del Teatro Biondo. Con il bilancio approvato la settimana scorsa e che sarà operativo da martedì, cominceremo a stanziare le prime somme immediatamente, e si sta già provvedendo a reperire ulteriori risorse necessarie entro la settimana”.

“Le annunciate nove giornate di sciopero – concludono Orlnado e Cusumano – sono di fatto un atto ingiustificato, che si rischia di risolversi unicamente a danno del Teatro e della città. Infatti, pur in presenza di una situazione complessiva di grande sofferenza finanziaria delle Istituzioni pubbliche, l’Amministrazione Comunale di Palermo è comunque riuscita a mantenere i suoi impegni, ed in un momento in cui altri operatori culturali soffrono pur mantenendo atteggiamenti responsabili, il braccio di forza è pretestuoso. Se fosse poi guidato da logiche di ottenimento o ripristino di privilegi, il Comune non intende in alcun modo esserne complice”.