L’Udc è fortemente preoccupata per i livelli raggiunti dallo scontro tra il presidente della Regione e il Partito democratico e auspica che tutti collaborino per riportare immediatamente i toni del confronto sui binari della moderazione e della serietà  istituzionale”. E’ quanto si legge in una nota dell’Udc.

I parlamentari regionali e i segretari provinciali dell’Udc si sono riuniti a Catania, insieme al segretario regionale Giovanni Pistorio e al ministro per la Pubblica amministrazione e Semplificazione Gianpiero D’Alia, per valutare la situazione politica regionale e per assumere tutte le iniziative volte al rafforzamento dell’azione politica dell’Unione di centro.

“L’Unione di centro ribadisce la propria determinazione a confermare il patto di governo sancito con gli elettori, perché è un dovere di responsabilità primaria, ancora più urgente viste le difficili condizioni in cui versa la nostra regione, in un contesto politico ed economico nazionale sempre più precario”, prosegue la nota.

Per i centristi, “e’ necessario individuare un metodo e una sede per realizzare una piena corresponsabilità politica nell’azione di governo tra le forze che sostengono l’esecutivo, cosi’ da definire le scelte strategiche e le modalità d’attuazione”.

“Consideriamo indispensabile, infine, che in questo processo di chiarimento, che deve portare ad un rafforzamento dell’attività amministrativa, ci sia un contributo convinto del Pd”, continua la nota.

I vertici dell’Udc hanno affrontato anche il tema dell’iniziativa politica in Sicilia, in sintonia con i processi di riorganizzazione a livello nazionale, e hanno tracciato una road map in vista delle prossime scadenze organizzative ed elettorali: il primo appuntamento sara’ il Comitato regionale del partito che si terra’ sabato 5 ottobre a Palermo.