Ufficialmente gestiva un normale agriturismo, ma in realtà si trattava di una attrezzata coltivazione di marijuana, e una delle stanze destinate ai clienti era adibita a laboratorio per la lavorazione dello stupefacente.

Per questo un 44enne di Regalbuto (Enna), Alessandro Bontempo, è stato arrestato nella tarda serata dai Carabinieri della Compagnia di Nicosia con quelli della Stazione di Regalbuto, con il supporto delle Unità cinofili dei Carabinieri di Nicolosi (Catania).

Bontempo è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione illegale di munizionamento. Durante una perquisizione nell’Azienda Agrituristica “La Dimora di Papa Sisto” in Contrada Sisto di Regalbuto, i carabinieri hanno rinvenuto, all’interno del locale caldaia, un vero e proprio vivaio di cannabis, con una trentina di semenzai con terra e semi di marijuana piantati.

Occultati tra le pietre, anche un sacco contenente 150 grammi di marijuana, concime liquido sangue di bue e bottiglie di fungicidi, tutto materiale utilizzato per la coltivazione. In una delle camere sono stati rinvenuti arnesi per il confezionamento, un tritatore manuale in metallo e una cassetta in metallo contenente denaro in contante a banconote di piccolo taglio nonché un assegno di 450 euro, provento, verosimilmente, della cessione di stupefacente, oltre a 20 cartucce calibro 12.

Le indagini proseguono per accertare se dietro l’uomo vi sia la criminalità organizzata.