Una tre giorni dedicata alla scuola, all’innovazione e alle sperimentazioni che si svolgono negli istituti italiani. Si è svolto a Borgo don Chisciotte, a Modica, il seminario sulle Didattiche di sviluppo di competenze (nella foto) organizzato dal Ministero dell’Istruzione e dall’Agenzia nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia scolastica in collaborazione con l’Istituto ‘F.Besta’ di Ragusa.

Il convegno, che si concluderà oggi, ha visto impegnati 180 tra dirigenti e docenti provenienti da tutte le regioni d’Italia. Attraverso conferenze e incontri, il seminario ha illustrato gli esiti del monitoraggio sulla didattica laboratoriale che ha coinvolto ben 220 scuole di 15 regioni italiane: queste, infatti, sono state coinvolte in un vero e proprio progetto di sperimentazione reso possibile dalla riorganizzazione del sistema-laboratorio nelle scuole.

All’incontro, ieri , è intervenuto anche l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione, Mario Centorrino che ha sottolineato “la criticità della scuola siciliana, sia sull’edilizia che sulla carenza del personale docente derivante dai tagli della Riforma. Questo – ha dichiarato Centorrino – è un elemento che fa crescere il disinteresse nei confronti della scuola.

I nuovi percorsi di internazionalizzazione avviati possono contribuire a superare queste penalità che in Sicilia hanno causato il raggiungimento di una preoccupante percentuale dell’evasione scolastica, quale il 30%”.

Nella tre giorni dedicata alla didattica laboratoriale, un ruolo chiave è stato svolto dai lavori di gruppo: interessante l’idea messa in atto, ovvero quella di trasformare il convegno stesso in laboratorio.