C’è chi da giorni chiama tutti i conoscenti pur di strappare l’invito all’evento mondano più esclusivo di fine 2015: stasera ci sarà la festa a tema ‘Studio 54’ in una villa sul mare, vicino Palermo. Circa 100 i prescelti che parteciperanno all’appuntamento, chi travestito da Andy Warhol, chi da Grace Jones, chi da Bianca Jagger o da Diane Von Furstenburg.

E sulle note della disco music degli anni ’80, fra i saloni della residenza estiva di un notissimo animatore delle serate palermitane, saranno rievocati i fasti e gli eccessi del famoso locale newyorkese che dettò mode e tendenze per anni. Il must della serata è trasgredire. Che si tradurrà in piaceri della carne, appagati al riparo da occhi indiscreti o sotto quelli di tanti a seconda dei gusti, in momenti di stupefacente allegria e in shottini buttati giù uno dietro l’altro sino a crollare per terra.

Il padrone di casa ha fatto sapere che nulla sarà vietato, dal sesso libero e sfrenato alle colossali bevute, a patto che venga rispettata una condizione fondamentale: nessuno dovrà entrare nella stanza dei suoi genitori. Perché la mamma 90enne è ancora convinta che lui sia un uomo di costumi così pudichi da rasentare la timidezza patologica. Se la signora trovasse qualcosa fuori posto nella sua camera da letto, capirebbe subito la verità, e sospenderebbe l’appannaggio mensile con cui il pargolo 50enne dà sfogo ai suoi vizi. Adesso affrettatevi e scegliete chi essere stasera. Stanotte, allo ‘Studio 54’ di Palermo, tutto è possibile.