“Visto che la durata dello stop all’erogazione non è per nulla trascurabile non sarebbe male prendere in considerazione anche una eventuale chiusura delle scuole”. Lo chiede la deputata alla Camera Claudia Mannino rivolgendosi ai primi cittadini dei sette comuni del Palermitano che dal 22 al 28 novembre patiranno l’interruzione dell’erogazione idrica a causa di non meglio precisati lavori di manutenzione.

La deputata a 5 Stelle chiede anche ai sindaci “quali misure di prevenzione si stanno adottando? Come si stanno organizzando i sindaci ad affrontare l’emergenza? E’ stato approntato un sistema a supporto dei non autosufficienti e per le case di riposo?”.

“Si tratta di manutenzione straordinaria? E a cosa sarebbe dovuta?” Si chiede la deputata palermitana. “Vorremmo anche capire – dice Claudia Mannino – cosa stanno facendo i sindaci per informare puntualmente i cittadini per ridurre al minimo i disagi cui inevitabilmente si andrà incontro. A destare preoccupazione è lo stesso comunicato dell’Amap che dice testualmente che l’interruzione idrica è prevista dalle 16 di lunedì 23 novembre e fino alla data di ultimazione dell’intervento, che si prevede, cautelativamente, per il 28 novembre”.