E’ morto all’ospedale di Caltanissetta, dove era stato ricoverato, l’uomo che quattro giorni fa ad Alimena (Palermo) si era lanciato dal balcone con il figlio in braccio per sfuggire al rogo della sua abitazione.

Fabio Rosario Oddo, 38 anni, aveva riportato un trauma cranico e fratture alla spina dorsale. Il bambino di 4 anni si è invece salvato.

Nell’incendio, che era divampato nel garage della palazzina per cause ancora imprecisate, erano morti i genitori dell’uomo: Francesco Paolo Oddo, 70 anni, e Maria Domenica Piacentino di 67. La coppia era stata soffocata dal fumo.

Fabio Rosario Oddo aveva aiutato la moglie Daniela, 33 anni, incinta al quarto mese, a mettersi in salvo attraverso le scale. Aveva poi avvolto il figlio in una coperta e, tenendolo in braccio, si era lanciato nel vuoto. Per proteggere il bambino aveva però scelto una traiettoria che lo ha fatto cadere di spalle nel giardino di una casa confinante.

Le condizioni di Oddo erano subito apparse molto gravi e per questo era stato portato in ospedale a Caltanissetta con l’elisoccorso del 118.