“Nello Musumeci si dimetta da presidente della commissione regionale Antimafia, che essendo di compromesso, come la sua stessa attività, non consente di svolgere adeguatamente il ruolo politico di opposizione”. Così ha dichiarato Gaetano Armao, coordinatore nazionale di Sicilia Nazione, in un’intervista all’emittente televisiva C.T.S.

A margine di un suo intervento nell’ambito di Diventerà Bellissima, la manifestazione organizzata a Catania proprio da Musumeci, l’ex assessore regionale ha spiegato che “lasciando un ruolo di garanzia che non gli consente di fare un’opposizione netta, Nello potrà essere il leader di tutta l’opposizione all’Ars”.

“Il Governo nazionale e, soprattutto, quello regionale, – ha aggiunto in una nota Armao – hanno gravi responsabilità e per questo va continuata la dura battaglia per liberare l’Isola da Crocetta e dalla malapolitica dei partiti nazionali che, come Sicilia Nazione, conduciamo da tempo. Occorre però archiviare l’opposizione a “corrente alternata” che ha consentito al Governo regionale di bivaccare nelle istituzioni senza affrontare i drammi di milioni di siciliani, svergognando la Regione”.

Gaetano Armao, che oggi partecipa a Catania al seminario sulla ‘fuga dei cervelli’, ha posto l’accento sugli effetti della crisi che hanno penalizzato la scuola e le Università siciliane. “La ripresa non arriva – ha detto – e si operano pesantissimi tagli alle università. Sono queste le cause dell’emigrazione di studenti universitari e laureati: le risorse umane più innovative e preparate. In Sicilia occorre invece cambiare passo puntando su ricerca ed innovazione, incentivando fiscalmente le nuove imprese che generano (start-up e spin-off universitari)”.