L’eurodeputato palermitano Salvatore Cicu, membro titolare della commissione Commercio europeo e vice capo delegazione di Forza Italia al Parlamento europeo, presenterà venerdì 20 novembre alle 11, il convegno “Sicilia un’isola speciale in testa”, che si terrà il 20 e 21 novembre al Mondello Palace hotel di Palermo.

L’annuncio ufficiale è secco ma basta guardare al parterre per capire che non si tratta del tradizionale convegno o della semplice convention politica. L’incontro del prossimo fine settimana a Palermo sembra pensato per riavviare i motori in vista di un riassetto organizzativo e di una competizione elettorale.

Sabato sbarcherà anche Silvio Berlusconi, anche se probabilmente solo in collegamento come è ormai sua consolidata abitudine per tutte le convention. Ma il parterre, come detto, è consistente. L’evento è già presente anche su Twitter su Sicilia Ppe.

Venerdì a tenere banco saranno Antonio Tajani vice presidente del parlamento europeo, Alessandra Mussolini deputato del Ppe e leader di una precisa corrente. Tajani, poi, aprirà i lavori di sabato nella tavola rotonda che metterà insieme tutti i leader del centrodestra italiano così come oggi è frammentato. Oltre a Tajani Giovanni Toti, Renato Brunetta, Maurizio Gasparri.

Sul fronte della classe dirigente locale si affaccia il palermitano Salvatore Cicu che è siciliano a dispetto del cognome e viaggia probabilmente verso un ruolo da coordinatore politico ma intorno al tavolo ci saranno Salvo Pogliese, Angelo Attaguile, Nello Musumeci, Roberto Lagalla, Gaetano Armao, Giusi Savarino. In pratica tutti i nomi che sono stati fatti, almeno una volta, come possibile candidato d’area a Presidente della regione per il dopo Crocetta.

Ma nessuno vuole parlare di candidature o di scelta per la presidenza. Al centro del dibattito si vuole, invece, mettere altro: le cose da fare per la Sicilia. Come le infrastrutture, tema che sarà affrontato dalle categorie produttive rappresentate da Alessandro Albanese di Confindustria, Alessandro Chiarelli di Coldiretti, Ettore Pottino di Confagricoltura, Filippo Ribisi di Confartigianato, Patrizia Di Dio di Confcommercio, Tommaso Dragotto già candidato sindaco a Palermo e presidente di Sicily bycar, Riccardo Savona della Commissione Bilancio Ars e Vincenzo Falgares, un tecnico, dirigente generale del Dipartimento Programmazione della Regione.

A chiudere sarà proprio Silvio Berlusconi che darà la sua benedizione al progetto di ripartenza.

Previsti, al venerdì, un tavolo sul ‘sistema paese’ Italia, uno su l’Italia dei giovani e l’occupazione ed un confronto fra amministratori locali.

Si scaldano i motori, dunque, ed è significativo anche chi sarà a portare i saluti d’apertura. Oltre a quello che si presenta già come ‘padrone di casa’ Salvatore Cicu, il capogruppo di Forza Italia all’Ars Marco Falcone, il senatore Francesco Scoma e il coordinatore di Labeuropa Sicilia Pippo Fallica.