I sindacati catanesi scendono in piazza a fianco dei familiari di Salvatore La Fata l’operaio edile disoccupato che venerdì scorso si è dato fuoco in piazza Risorgimento, dopo un controllo dei vigili urbani.

Ad una settimana dalla tragedia Cgil, Cisl, Uil di Fillea, Filca e Feneal terranno una manifestazione unitaria alle 17, in piazza Risorgimento.

Ieri pomeriggio, intanto, Salvatore La Fata è stato trasferito dall’ospedale di Acireale alla Rianimazione del Cannizzaro di Catania, per proseguire la terapia intensiva postoperatoria.

“In rappresentanza dell’Amministrazione – ha spiegato l’assessore alle Attività produttive Angela Mazzola –, ci siamo recati a trovare il signor La Fata con il comandante della Polizia Municipale, Pietro Belfiore e abbiamo raccolto l’appello della moglie, che, come consigliato anche dai medici di Acireale, chiedeva di far ricoverare il marito in un centro specializzato nella cura delle ustioni. Il sindaco Enzo Bianco si è subito messo a disposizione per sollecitare una sistemazione più idonea al signor La Fata e la soluzione è stata trovata poco dopo”.