I lavoratori del call center Accenture stanno manifestando davanti alla sede dell’assessorato regionale al Lavoro in via Trinacria, a Palermo. Chiedono un incontro con l’assessore al ramo sulla vertenza.

Sono 262 gli operatori della sede palermitana della multinazionale per i quali il gruppo ha già avviato le procedure di mobilità, dopo la rescissione anticipata da parte di British Telecom dal contratto con Accenture, che avrebbe garantito lavoro al call center di via Ugo La Malfa fino a giugno 2016.

Dopo mesi di trattative per scongiurare lo stop delle attività non è stato raggiunto un accordo con i sindacati ed è stata avviata la mobilità. I lavoratori chiedono un intervento delle istituzioni per scongiurare i licenziamenti di massa che potrebbero diventare esecutivi a metà gennaio.

Dopo il flop degli incontri romani sulla vertenza, il ministero del Lavoro ha convocato una riunione l’11 dicembre con i rappresentanti delle società Bt e Accenture e dei lavoratori, della regione siciliana e del comune.