Si chiama Eugenio Sena, ha 23 anni, è originario di Ispica in provincia di Ragusa ed è assistant coach del settore giovanile del Debrecen, squadra del massimo campionato ungherese.

Arrivato in terra magiara grazie all’Erasmus, Sena “pur non avendo particolari doti calcistiche” pensato che studiando Scienze motorie avrebbe “avuto comunque la possibilità di lavorare nel mondo dello sport, in particolare in quello del calcio”.

“Ho voluto sfruttare il programma Erasmus per fare un’esperienza all’estero, magari in una squadra di calcio professionistica – racconta – il Debrecen era alla ricerca di allenatori-studenti da inserire nel proprio staff ed io, avendo terminato tutti i miei esami nella sessione di settembre, non ci ho pensato due volte a partire”.

Dopo un avvio complesso, come sarebbe per chiunque, Eugenio oggi è un “allievo” allenatore del Debrecen e svolge allenamenti sia di mattina che di pomeriggio, “con un’attrezzatura vasta e moderna e con allenatori disponibili ad aiutarti e che ascoltano tutto quello che hai da proporre. Imparo e imparo a fare”.

Il sogno però sono i settori giovanili più importanti d’Europa e “grazie a questa esperienza, avrò la possibilità di effettuare degli stage in due settori giovanili. Uno in quello olandese del PSV Eindoven, l’altro in Spagna, proprio nella cantera del Barcellona”.

Sarà un altro mondo rispetto al Debrecen, un mondo che voglio scoprire.