“Grazie alle fonti d’ispirazione – Fellini, Talking Heads, Scorsese e Maradona -. Grazie a Roma e Napoli”. È un fiume di ringraziamenti, il regista partenopeo 43enne Paolo Sorrentino che ritirando l’Oscar come miglior film straniero,  cita tra le sue fonti di ispirazione anche El Pibe de oro.

E chissà come mai tra le fonti di ispirazione dello sceneggiatore italiano c’è anche Maradona. Possiamo solo immaginarlo: forse per la vita extracalcistica dell’ex numero 10 azzurro condita da sfarzi ed eccessi, un po’ come quella del protagonista del film, oppure per la “grande bellezza” delle sue giocate sui campi di calcio, una bellezza svanita che nessun altro calciatore è più riuscito a emulare.

Sorrentino nel suo ringraziamento, oltre a ringraziare Fellini e Scorsese, maestri del cinema, fa trapelare il suo amore per lo sport e l’ammirazione per il numero 10 di tutti i tempi, che ha rappresentato “la grande bellezza” del calcio.

sc