Il Comune di Palermo fa marcia indietro e sospende la chiusura di via Amari tra le vie Crispi e Scordia. L’ordinanza è stata firmata dal dirigente Antonio Rizzotto.

Evidentemente le proteste di commercianti hanno fatto breccia sulle scelte dell’amministrazione che sposterà la riapertura del cantiere a dopo le festività natalizie.

Almeno questo è la voce che circola nei corridoi dell’ufficio di mobilità urbana di via Ausonia. Nell’ordinanza si dice che la ditta non avrebbe posizionato la segnaletica come emerso nel sopralluogo di oggi.

Da qui la decisione di sospendere il cantiere anche perché non risultano ultimati i lavori dello spostamento dei sottoservizi.

“Meglio tardi che mai – commenta il presidente dell’VIII circoscrizione Marco Frasca Polara – Non sussistevano le benché minime condizioni per la chiusura della strada, i lavori per lo spostamento dei sottoservizi non sono ancora terminati e una parte dei marciapiedi è ancora inagibile, per non parlare della mancata collocazione della segnaletica stradale in tempo utile, così come previsto dal Codice della Strada. Ci chiediamo quale sarà il prossimo futuro di via Emerico Amari considerato che l’ordinanza è stata solo sospesa e che il Natale è alle porte”.