Spartacus-Gods of Arena”, prequel di “Blood and Sand” trasmesso in questi giorni in Italia su Sky, ambientato in una scuola gladiatoria di Capua ma interamente girato in Nuova Zelanda potrebbe approdare ad Agrigento. Lo ha dichiarato il sindaco Marco Zambuto, che ha scritto una lettera ai produttori della Starz Entertainment, invitandoli a valutare l’opportunità di girare la nuova serie in Sicilia, nella Valle dei Templi.

La fiction, che al suo esordio negli Usa ha fatto registrare ascolti record con oltre 13 milioni di spettatori, è ormai un cult che il sindaco Zambuto vorrebbe spostare ad Agrigento per promuovere la sua città e la Sicilia. «Con le sue rovine mozzafiato – riferisce Zambuto – la nostra città è  in grado di offrire lo scenario ideale per ospitare le produzioni di grandi colossal storici. Sarebbe bello che la terza serie di Spartacus fosse ospitata in una location reale e non fittizia. Dobbiamo dare un forte segnale alla produzione affinchè accetti la nostra proposta».

La produzione sta valutando, dunque, un viaggio ad Agrigento. Ma in generale il sindaco ritiene che l’antica Akragas possa essere sfruttata al meglio per girare film e fiction. Per questo Zambuto valuta la creazione di una “Film Commission” e la possibilità di garantire forti agevolazioni e la disponibilità di strutture e servizi della città a chi volesse girare film ad Agrigento. «Promuovere una rappresentazione positiva di Agrigento attraverso prestigiose produzioni internazionali – spiega il sindaco – favorirebbe quel riscatto d’immagine che la Sicilia merita, contribuendo a restituire un legittimo ruolo di forte attrattiva per milioni di turisti in tutto il mondo».

Purtroppo bisognerà rimpiazzare il protagonista. È di ieri, infatti, la notizia della prematura scomparsa del protagonista della serie, Andy Whitfield, l’attore che ha interpretato Spartacus, morto di cancro a soli 39 anni. Sarebbe davvero un bel colpo per gli agrigentini, e chissà magari dopo tanto sforzo per realizzare quegli splendidi templi, sarebbe anche l’occasione per incentivarne la tutela e la conservazione. In bocca al lupo!