E’ tra le 97 persone indagate nell’inchiesta sulle spese dei gruppi parlamentari dell’Ars. Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, è il primo dei deputati coinvolti a giungere nell’ufficio del procuratore capo di Palermo Francesco Messineo. Gli interrogatori inizieranno lunedì, Ardizzone infatti ha parlato con Messineo non come indagato ma nella sua veste di presidente del parlamento siciliano.

Sono venuto in Procura per confermare la massima collaborazione degli uffici dell’Ars alla magistratura nel chiarire tutte le questioni tecniche su cui si dovranno fare accertamenti“. Così Ardizzone, dopo il colloquio con Messineo, al quale ha partecipato anche il procuratore aggiunto Leonardo Agueci che coordina l’inchiesta sull’uso dei fondi destinati ai gruppi parlamentari.

C’è la necessità di accelerare le indagini – ha aggiunto il presidente dell’Ars – perché la serenità serve a tutti e per fare la differenza tra le spese lecite e quelle non consone alla politica, che certamente non fanno onore a chi le ha fatte”. Ardizzone ha definito l’incontro con i magistrati “cordiale”.

“Io la mattina mi alzo e guardo in faccia i miei figli – ha detto Ardizzone -. Se è questa la contestazione, è un fatto contabile automatico. Nel momento in cui si scioglie il gruppo, una parte della cifra, poco superiore ai 4 mila euro, la paga il Gruppo misto. Ribadisco piena collaborazione e fiducia alla magistratura, dico però e chiedo di fare presto. Non è giusto. Mi sento sereno ma si faccia presto, perchè non è obiettivamente giusto”.

(Gli importi contestati a ogni deputato)

L’indagine della Procura, coordinata da Agueci insieme ai pm Sergio Demontis, Maurizio Agnello e Luca Battinieri, coinvolge anche l’ex presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, l’ex presidente dell’Ars, Francesco Cascio, così come diversi ex assessori regionali. Tra questi Alessandro Aricò, Michele Cimino e Pippo Gianni. Ma la lista è lunga, e conta anche numerosi collaboratori e portaborse. Indagati sono anche il segretario regionale siciliano del Pd, Giuseppe Lupo, e il capogruppo dei democratici all’Ars, Baldo Gucciardi.