Nelli Scilabra potrebbe uscire di scena mentre Linda Vancheri restare in sella insieme a Lucia Borsellino. ma Rosario Crocetta terrebbe per se (indicando personalmente gli assessori che vadano a ricoprire i rispettivi incarichi) due deleghe che considera fondamentali: la Formazione e l’Energia.

Sarebbe questo il compromesso al quale si è giunti per uscire dall’impasse e formare la nuova giunta regionale di governo. Di nomi ancora non ne circolano se non le fantasie di ieri sui giovani deputati. Il Crocetta ter vedrebbe due assessori certi, dunque, Lucia Borsellino che resta alla salute e Linda Vancheri che probabilmente va all’Energia mentre il presidente indicherebbe una persona”sua per la Formazione. Dovrebbero cambiare tutti gli altri 9 assessori senza eccezione in base all’accordo abbozzato fra i partiti ed il governatore.

Per giungere alla quadratura del cerchio la maggioranza si vedrà riservatamente con una convocazione della quale non viene reso noto ne il luogo ne l’orario ma filtra la notizia che questo incontro risolutore dovrebbe avvenire fra le 13 e le 14.

L’assemblea regionale siciliana è convocata per le 16 e per quell’ora è difficile che il governatore possa presentarsi in aula con la giunta ma nulla esclude che possa farlo più avanti nel tempo, forse già in serata per rispettare il termine di martedì 28 che si era dato.

Bozze di accordo e tentativi di mediazione,dunque, che non trovano vonferme ufficiali ma sono frutto solo di voci di corridoio ma tutto ancora resta in mare aperto anche se la storia recenti ci racconta di improvvise accelerazioni dopo periodi di lunga impasse come quest’ultimo, che hanno portato alle nomine nel breve volgere di qualche ora.