La battaglia si vince a colpi di biglietti. Se da Catania si immagina un esodo importante verso il Dall’Ara, a Bologna si risponde con una pioggia di tagliandi gratuiti per studenti ed accompagnatori. Ci sono anche queste strategie per vincere la partita più importante della stagione, l’ennesima per Catania e Bologna, oggi virtualmente retrocesse, ma che domenica si giocheranno il tutto per tutto in una gara da dentro o fuori.

I rossazzurri potranno contare anche su Lucas Castro, che si immaginava potesse essere stato ammonito domenica scorsa contro la Roma, invece nessuna sanzione per l’argentino che farà parte del tridente offensivo. I padroni di casa dovranno fare a meno del difensore Cherubin fermato dal giudice sportivo, mentre a centrocampo si ipotizza l’impiego di Cristodoulopoulos che tuttavia si sta allenando a parte.

Per Catania e Bologna sarà determinante il risultato di Cagliari-Chievo: se gli scaligeri dovessero centrare il bottino pieno per i rossazzurri la retrocessione diventerà un dato di fatto, stessa sorte potrebbe toccare alla squadra di Ballardini se non otterrà la vittoria con i siciliani e poi con la Lazio, ma anche in quel caso bisognerà capire cosa accadrà al Bentegodi dove andrà in scena Chievo-Inter.

Ecco perché la partita di domenica prossima è la certamente la sfida più avvincente della coda della classifica, una gara che si preannuncia al cardiopalma.

effelle