Nuova stangata pergli italiani. Per la quarta volta nel 2012, aumentano dal 1 ottobre le tariffe di luce e gas. Per l’elettricità l’Autorità per l’energia ha disposto un rincaro dell’1,4%, mentre per il gas l’incremento è dell’1,1%.

L’incremento determinerà una maggiore spesa annua di 14 euro per il gas e di 7,6 euro per l’energia elettrica. A influire sulle variazioni, ha spiegato l’Autorità in una nota, sono principalmente “gli inaspettati rialzi delle quotazioni petrolifere che in meno di tre mesi sono saliti di oltre il 20%”. Sull’energia elettrica, oltre ai rialzi del petrolio, ha inciso la necessità di aumentare il gettito a copertura degli incentivi alle rinnovabili nell’anno 2012.

“Anche se più contenuti del previsto, gli aumenti ci saranno e si poteva fare di più per evitarli”, affermano Adusbef e Federconsumatori che chiedono al governo “di darsi da fare per contrastare qualsiasi ulteriore rialzo”. “I continui rincari, infatti, non fanno altro che decurtare ulteriormente il potere di acquisto delle famiglie, continuando – concludono le due associazioni – ad infliggere pesanti danni all’intera economia”.