Albergatori in rivolta nelle isole minori dopo la decisione ‘dolorosa’ di Ustica Lines di sospendere i collegamenti con le Egadi e le Eolie a partire dal prossimo 12 aprile.

Ieri la compagnia ha spiegato in una nota che la scelta di fermare le corse per le isole è legata alle “continue e gravissime inadempienze della Regione Siciliana”, mentre oggi pomeriggio a Trapani è in programma una conferenza stampa dell’armatore Vittorio Morace chiarirà ulteriormente le posizioni della società.

Sulla vicenda è intervenuto Christian Del Bono, presidente di Federalberghi isole minori della Sicilia che ‘pur comprendendo le ragioni di base’ di Ustica Lines ‘riteniene che tale minaccia sia del tutto inaccettabile’.

Secondo Federalberghi Eolie e Isole Minori della Sicilia, però, “non si può chiedere a nessun imprenditore di anticipare delle somme così importanti per periodi così lunghi”, ma le organizzazioni degli albergatori invitano a trovare le soluzioni “da un confronto istituzionale, rispettoso delle procedure e dell’esigenza di mettere i vettori nelle condizioni di garantire sempre e comunque i servizi di collegamento”.

Del Bono ricordando le difficoltà degli ultimi anni, come la complessa vicenda dell’altra azienda che gestisce i collegamenti con le isole cioè la Siremar Compagnia delle Isole, è particolarmente duro quando afferma che “non accettiamo di essere tenuti in ostaggio sul diritto alla mobilità e subire azioni di terrorismo mediatico che finiscono inevitabilmente con l’aumentare quel senso di precarietà”.

Chiediamo pertanto – ha concluso Del Bono – ad Usticalines di tornare sui propri passi, certi che la Regione vorrà dare delle risposte adeguate alle legittime aspettative della compagnia. Auspichiamo, comunque, che l’Assessore Pizzo possa tranquillizzarci a breve, ponendo in essere tutte le iniziative necessarie per garantire la prosecuzione dei collegamenti”.

Ieri, dopo la nota diffusa dalla compagnia, la Regione ha fatto sapere di avere allertato i prefetti di Messina e Trapani “perché i collegamenti serviti dalla Ustica Lines sono un pubblico servizio e non possono essere interrotti”.