Esenzione dai pedaggi autostradali per i mezzi dell’autotrasporto obbligati a muoversi tra Catania e Palermo con le autostrade a pagamento A18 e A20 e la disponibilità a verificare la possibilità di intervenire sui divieti di circolazione.

All’indomani del sequestro di un tratto del viadotto Cinque Archi sulla Palermo – Catania che si aggiunge alla chiusura del viadotto Himera a causa del cedimento del 10 aprile scorso, gli autotrasportatori tornano a chiedere aiuto.

E Il ministro Delrio, nel corso dell’incontro romano di ieri, ha accettato di discutere delle richieste degli operatori economici siciliani che vivono le loro giornate sulla strada.

“Siamo preoccupati – dice Giovanni Rinzivillo del Fai Sicilia, la federazione degli autotrasportatori – per lo stato di degrado delle infrastrutture siciliane, il recente sequestro del ponte Cinque archi, sempre sull’A19, dimostra che il rischio è ancora in agguato. Ci aspettiamo ora che quanto promessoci si concretizzi in tempi brevissimi. Auspichiamo anche che il ministero si batta in Europa sulla questione Ecobonus, puntando ad implementare il trasferimento delle merci via mare, opportunità nei confronti della quale il ministro Delrio ha espresso parere favorevole”.

Ma intanto le strade siciliane si sbriciolano e gli interventi restano ancora in una fase embrionale.