Stop alle elezioni per scegliere i sindaci delle Città metropolitane. L’Ars ha approvato la legge stralcio che ne stabilisce il rinvio dicendo sì anche alla disposizione che prevede l’annullamento delle procedure messe in atto fino ad ora per le elezioni del 29 novemre.

E’ la parola fine ad una lunga polemica ma anche una scelta che sancisce uno spreco di almeno 50 mila euro impiegati per le procedure fin qui messe in atto e che si sarebbero potute evitare con un poco di accortezza politica.

Con la stessa norma i commissari delle ex province vengono prorogati fino al 30 giugno. Ci sarà tempo, dunque, per approvare la riforma della riforma. Il nuovo testo di legge che recepisce anche le indicazioni venute da Roma, infatti, non verrò discusso in questa sessione di lavori. dopo l’analisi generale è stato deliberato di rinviarlo in Commissione per approfondimenti.

L’Ars ha poi confermato date e tempi per il rinnovo delle Commissioni parlamentari, atteso appuntamento di metà legislatura, in grande ritardo nonostante la geografia politica sia profondamente cambiata. Per le commissioni si voterà tra martedì e mercoledì della prossima settimana.

Il Pd deve nominare il nuovo capogruppo dopo le dimissioni di Antonello Cracolici, nominato assessore regionale all’Agricoltura. per questo ha chiesto una proroga per permettere al suo successore di indicare i componenti delle commissioni in rappresentanza del gruppo parlamentare.

Tutto questo è avvenuto davanti al nuovo governo della regione, ancora privo dell’assessore alla Funzione Pubblica

Il resto della seduta è dedicato alle dichiarazioni programmatiche del Presidente della Regione che per la quarta volta si presenta in aula per sviscerare le intenzioni del governo appena nominato